porta blindata

Scelta della porta blindata

La scelta della porta blindata richiede l’analisi di diversi fattori che insieme devono contribuire a rendere la propria casa sicura e inaccessibile a persone malintenzionate. Oltre a caratteristiche prettamente tecniche, bisogna prendere in considerazione anche l’estetica.

Al giorno d’oggi difatti i rivestimenti delle porte antieffrazione sono disponibili in tanti materiali e modelli, facilmente adattabili allo stile della casa.

 

Porte blindate e sicurezza

 

Ogni porta blindata ha la sua classe di sicurezza che stabilisce la resistenza antieffrazione. Tale valore viene stabilito dopo una serie di prove, mediante macchinari specifici. Questi vanno a determinare la resistenza al carico statico, al carico dinamico e all’attacco manuale.

Dai risultati si possono pertanto determinare le 6 classi di resistenza: al livello 1 troviamo le porte meno sicure, in grado di impedire l’accesso solo a chi fa uso della semplice forza fisica.

Al livello 6 si collocano tutte le porte di massima sicurezza, generalmente adibite a negozi o a servizi quali banche e gioiellerie. Normalmente una buona porta per un appartamento dovrebbe orientarsi tra il livello 2 o 3. Nulla toglie che, in caso di particolari beni e strumenti di rivelante importanza, si possa optare per una classe di sicurezza superiore.

 

Porta blindata: l’importanza della serratura e del cilindro

 

Altrettanto fondamentale al momento dell’acquisto sarà la scelta della serratura e del relativo cilindro. Entrambi dovrebbero essere certificati a garanzia della loro efficacia. Ogni cilindro presenta delle scanalature uniche per una specifica chiave. Inoltre bisogna accertarsi che lo stesso cilindro sia dotato di dispositivi antimanipolazione, antitrapano e antistrappo.

In questo modo le possibilità che la serratura possa essere manomessa sono davvero minime. Inoltre, ci sono una serie di opzioni ulteriori che possono migliorare la sicurezza della porta e quindi dell’intero appartamento.

Su richiesta difatti è possibile richiedere ad esempio rostri antiscasso, una serratura con sistema di riconoscimento della propria impronta digitale o una serratura automatica autobloccante. Tutti questi optional comporteranno ovviamente dei costi aggiuntivi.

 

Rivestimenti ed efficienza energetica

 

Da ultimo, non è da trascurare la possibilità di personalizzare la porta mediante rivestimenti affini allo stile e ai gusti personali. Se la porta si affaccia all’interno di un condominio, si possono scegliere materiali delicati come il legno che, al contrario, esposti alle intemperie potrebbero facilmente usurarsi.

In alternativa si può ricorrere a laminati o porte in PVC. Anche l’isolamento energetico è un fattore importante: non solo dal punto di vista termico, ma anche acustico. Tutte queste caratteristiche, nel loro insieme, possono quindi concorrere a orientare le vostre scelte sulla porta blindata.

Chiedete sempre ad aziende specializzate, che vi sapranno sempre consigliare per l’acquisto della giusta porta blindata.