rottamazione-auto

Quando ricorrere alla Rottamazione auto

Per la rottamazione auto, più propriamente detta demolizione, è necessario consegnare il veicolo ad un centro autorizzato o ad un concessionario in caso si voglia acquistare un mezzo di trasporto nuovo. Queste procedure sono necessarie perché la legge impone di trattare i veicoli a motore come rifiuti altamente inquinanti. Quindi è assolutamente vietato lasciare i veicoli abbandonati su un terreno di proprietà e addirittura su strade oppure in luoghi aperti al pubblico. È assolutamente necessario individuare il centro di raccolta ideale per poter procedere correttamente e rispettare le leggi in vigore. È necessario quindi conoscere quali siano i servizi di cui si può disporre, come potervi accedere e come mettersi in contatto. È indispensabile conoscere le pratiche e i documenti necessari per poter procedere in maniere corretta e per evitare eventuali sanzioni successive alla consegna del veicolo. Infatti una volta consegnato il veicolo ci si deve accertare che il centro di raccolta o la concessionaria provvedano a cancellare l’automobile dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), mediante l’opportuna richiesta di “cessazione della circolazione per demolizione”.

Come rottamare un veicolo

Per procedere correttamente con la rottamazione di un veicolo e dopo aver individuato il centro di raccolta oppure il concessionario che serve per il servizio, si devono reperire e consegnare i documenti necessari per poter procedere regolarmente. I documenti necessari per una rottamazione auto sono la carta di circolazione, il certificato di proprietà oppure un foglio complementare oltre ovviamente alla targa. In caso di smarrimento della stessa si deve necessariamente consegnare la denuncia che deve essere stata eseguita presso gli organi preposti di pubblica sicurezza. Consegnato il veicolo e la relativa documentazione si deve procedere con la redazione del certificato di rottamazione che garantisce l’automobilista da qualsiasi tipologia di responsabilità civile, penale e amministrativa e determina anche la fine del pagamento del bollo. Il certificato di rottamazione deve contenere dati essenziali che servano ad identificare il veicolo e il proprietario. Sono infatti richiesti il nome, il cognome e l’indirizzo del proprietario del veicolo, oltre al numero di registrazione del certificato e la firma del titolare della società che rilascia il certificato. È indispensabile che sia indicata anche l’autorizzazione che le autorità competenti hanno rilasciato all’impresa per poter procedere con le demolizioni. La data e l’ora di presa in carico del veicolo sono indispensabili per poter definire il momento in cui l’automobile cessa la circolazione in strada, oltre ovviamente alla data e all’ora del rilascio del certificato. Indispensabile che sia indicato l’impegno a provvedere alla cancellazione del veicolo dal registro del PRA entro 30 giorni dalla data di consegna. Per quanto riguarda l’identificazione del veicolo è indispensabile indicare la marca, il modello, la targa, la classe e il numero di telaio. Sono indispensabili anche i dati di chi consegna il veicolo, nel caso sia una persona differente dal proprietario. La demolizione di un veicolo costa generalmente fra i 70 e i 150 euro, spesa che serve a sostenere la cancellazione dal PRA, le visure per verificare la storia del veicolo oltre alle eventuali spese di trasporto. In caso di veicolo sufficientemente nuovo, il demolitore potrebbe procedere al ritiro, allo smontaggio e alla vendita dei pezzi. In questo caso la rottamazione potrebbe essere gratuita.

Un aspetto molto importante per la rottamazione di un veicolo è la verifica della visura per controllarne la storia. È importante ricordare che un veicolo sottoposto a fermo amministrativo non può essere demolito fino a quando il carico è pendente. Si deve provvedere prima all’estinzione del fermo, pagando i relativi tributi. In questo modo si potrà procedere alla richiesta di demolizione. In caso sia necessario ricorrere ad una rottamazione auto nella zona di Roma è possibile avvalersi dei servizi di Soccorsostradale24. È possibile contattare l’azienda per ottenere una valutazione direttamente a casa del servizio e potendo avere come garanzia nessun costo aggiuntivo per il servizio a domicilio. Il trasporto del veicolo e la consegna di tutta la documentazione sarà a carico dell’azienda. È possibile richiedere i servizi compilando l’apposito form sul sito e fornendo tutti i dati richiesti: nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono e una breve descrizione del servizio richiesto in modo da ottenere un preventivo. È bene ricordarsi che il certificato di rottamazione deve essere conservato per 10 anni.