miglior laser per epilazione

Laser per epilazione: quali sono i migliori

Elenco aggiornato dei migliori laser

Ecco un approfondimento completo dove avere tutte le risposte per l’epilazione.

Nel campo della tecnologia laser per l’epilazione le tecniche impiegate oggigiorno dagli specialisti del settore si sono notevolmente ampliate e diversificate per offrire un servizio completo al cliente, ovvero risultati migliori e più duraturi e una maggiore conformità alle diverse tipologie di pelle di ciascuna persona.

Il laser Soprano

depilazione del corpoSi tratta dell’ultimo ritrovato della tecnologia per l’eliminazione dei peli residui. La notevole efficacia del laser, la sicurezza dello strumento e la compatibilità del suo impiego in soggetti che si siano esposti di recente al sole lo rende uno dei laser più avanzati nel suo campo d’applicazione. Per l’ottimizzazione dei risultati tuttavia è necessario che gli operatori che lo utilizzano siano altamente qualificati.

Il laser Alexandrite

Ampiamente noto e impiegato nel campo dell’epilazione, il laser Alexandrite garantisce risultati altamente professionali e soprattutto una notevole rapidità d’esecuzione dell’operazione depilativa. Il laser Alexandrite consente inoltre di intervenire su vaste aree del corpo, come gambe, braccia, schiena o zona inguinale. L’area del corpo per il quale risulta invece meno adatto è la zona del viso. Anche una cute che sia stata esposta di recente al sole risulta inadatta per essere trattata con questo laser. Tuttavia i numerosi vantaggi che offre, primo fra tutti la possibilttà di intervenire su pelli dalla tonalità media, quali i fototipi 3, lo rende uno dei migliori strumenti del settore.

La Fotodepilazione

Notoriamente la tecnologia laser per l’epilazione favorisce i risultati migliori su soggetti che presentano una cute chiara e una peluria densa e scura. La tecnica impiegata infatti funziona tramite la proiezione di un fascio luminoso che agisce direttamente sulla melanina del follicolo pilifero, di conseguenza l’ottimizzazione del risultato dipende dalla presenza di una maggiore concentrazione di follicolo e da una scarsa presenza di pigmentazione della pelle. La fotodepilazione nasce con l’obiettivo di ovviare a questo inconveniente e di permettere di raggiungere i medesimi risultati anche su soggetti che presentano una carnagione scura o una peluria rada e chiara, ovvero bionda o rossa.

Il laser a Diodo

Tramite l’emissione di fasci luminosi che viaggiano ad una velocità di 808 nm, il laser a diodo si attesta come una delle tecnologie più veloci del settore. La rapidità d’intervento consente infatti di abbattere i tempi di ciascuna seduta e di ridurre il numero delle sessioni di epilazione. A differenza della comune luce pulsata che intacca, oltre al bulbo pilifero, anche la melaninina della pelle, provocando dolore e una veloce ripresa della ricrescita tra una seduta e quella successiva, il laser a diodo consente di non intaccare in maniera aggressiva la melanina della pelle. Da ciò consegue la scomparsa del dolore, che svanisce del tutto e al posto del quale compare solo un lieve riscaldamento della cute e una ricrescita notevolmente rallentata. Inoltre l’assenza di un’azione d’urto sulla melanina consente l’impiego della tecnologia a diodo anche su fototipi scuri o su soggetti abbronzati. Con tale tecnica è possibile ottenere ottimi risultati sia se si opera in aree che presentano un’elevata concentrazione di bulbi piliferi, sia in aree che ne presentano meno.

La sicurezza del mezzo e dei suoi risultati, privi di effetti indesiderati, sono sati avvalorati dagli esperti del settore e da prestigiose università di fama mondiale, come quella di Oxford o del Masschusetts.