progettazione arredamento interni online

Interior design: consigli utili

Hai appena comprato una casa da una famiglia di hippie, c’è ancora la tenda in giardino e il falò permanente in salotto; insomma, i vani della casa sono ampi e la struttura è suddivisa in modo assolutamente perfetto, ma i graffiti alle pareti con la scritta Peace&love mal si accorda con la tua personalità e i tuoi set di tailleur in stile Armani.

La scarpiera a muro per le infradito di pelle artigianali dei precedenti inquilini contrasta decisamente con lo spazio dove ti piacerebbe riporre la tua collezione di scarpe dècolletè asimmetrico di Salvatore Ferragamo.

Insomma, sei disperata e anche un poco depressa.

Una tua amica ti consiglia di rivolgerti a un Interior Design. Chi? Pensi subito che una “ristrutturata” al tuo stato interiore sarebbe opportuna visto che ti senti interiormente così giù; e in fondo quella tisana alla valeriana, ammettiamolo, non sortisce alcun effetto.

E’ notte fonda e sei ancora sveglia sul lettino da campeggio dei precedenti proprietari a pensare a come sistemare un poco la tua nuova casa, ma poi scopri che il designer di interni non è purtroppo uno psicologo; allora prendi il telefono e apri il browser.

Una ricerca salvata di Google alle 3 di mattina sul tuo smartphone mostra: “Interior Design, questo sconosciuto”.

 

Il crossover professionale

 

Insomma, il Designer d’interni è sostanzialmente uno specialista in tecnologie e materiali ma anche una sorta di “crossover professionale” tra varie discipline che vanno dall’arredo alla suddivisione degli spazi, alle tipologie di tessuti, legno, carte da parati, ceramiche, colori, all’arte, all’illuminazione degli ambienti e quant’altro necessario a realizzare ambienti secondo il tuo gusto personale accompagnandoti passo passo verso il risultato fino alla consegna della casa, chiavi in mano.

 

Case che rifioriscono

 

Vediamo allora come un Interior design sistemerebbe la tua casa, che idee e suggerimenti potrebbe darti per far rifiorire la tua casa.

 

Quanto mi costi!!

 

Per prima cosa, dobbiamo pensare che non è necessario spendere una fortuna per ristrutturare la nostra casa.

Si possono avere eccellenti risultati anche con una piccola spesa.

Diffidate da chi vi consiglia soluzioni eccessivamente dispendiose.

 

Criteri sullo stile: la tua ispirazione

 

Un’altro elemento da cui partire è considerare l’ambiente da ristrutturare come una figura geometrica da popolare progressivamente con elementi quanto più lineari: si pensi ad esempio ad uno “stile Ikea” molto essenziale e tendenzialmente geometrico o l’industrial Style spesso proposto da molte pubblicità.

Questa inclinazione del gusto sembra piuttosto in voga al momento.

Tuttavia, ricordatevi che il design in casa vostra, a prescindere dalle mode, deve essere principalmente un piacere per voi; pertanto se vi piace uno stile glamour o country o altro, dovete seguire la vostra ispirazione.

 

Immagina il tuo ambiente

 

Il segreto è sempre immaginare e creare un ambiente che vi trasmetta emozioni quanto più possibile positive.

Detto ciò, bisogna immaginare i colori e di conseguenza i materiali.

 

Luci ed ombre: colori e materiali

 

Nell’ambito degli esempi che ho fatto prima sullo “stile Ikea” o industrial: colori sono sempre, se avete notato, il color legno chiaro, spesso a superficie satinata, il colore bianco dei tendaggi e dei mobili laccati o marrone scuro sempre satinato o in caso dell’industrial la predominanza del grigio chiaro metal ma satinato non lucido.

La mobilia spesso abbinata a tappeti di tessuto grezzo dello stesso colore: l’indicazione è sempre ispirata ad ambienti molto luminosi, il bianco o il grigio, impiego del vetro, delle trasparenze, luce e tranquillità allo stesso tempo.

 

Materia e forma

 

L’industrial inoltre utilizza il ferro per rendere il concetto della struttura, il mobile viene riportato all’essenzialità della forma quanto più possibile.

Ciò che ne deriva è spesso un qualcosa che mostra addirittura l’interno; si pensi ad armadi che mostrano solo l’impalcatura di metallo opaco chiusi a vetro che lasciano vedere gli abiti presenti all’interno o addirittura strutture di metallo verniciate bianche a vista con l’appendiabiti, senza nessun rivestimento e al posto dei cassetti delle scatole in tinta.

Il letto matrimoniale rappresentato da un parallelepipedo che emerge da un parallelepipedo più largo di colore metallico attaccato al pavimento.

 

Cemento ed eleganza

 

L’originalità dei materiali è un’altro elemento non trascurabile.

Si usano ad esempio pavimentazioni particolari che emulano ad esempio il cemento armato o al posto delle consuete ceramiche o acciaio inox nei lavabi della cucina è possibile impiegare la fragranite, di colore pastello o grigio, nero conferendo eleganza anche in punti della casa che sono generalmente dedicati a servizi.

 

Melting pot

 

Un’altro segreto è il melting pot degli stili.

Se la mia casa è tendenzialmente “Industrial” posso utilizzare comunque dei complementi di arredo etnici; se questa operazione viene effettuata con criterio conferisce alla casa un tocco di estrema originalità.

Il consiglio dunque è di osare, ma con gusto e soprattutto, osare ma senza togliere funzionalità alla casa;

 

Vivi la tua casa

 

è necessario ricordare che la casa è principalmente un luogo che va vissuto e in cui è importante vivere nel modo più confortevole possibile.

Lo stile bello ma poco funzionale non ha senso, la casa va principalmente vissuta.

 

Fonte: www.studioarchitetturafr.it