installare una piscina interrata a casa

Piscina interrata: si o no?

Molte persone non si concedono il lusso delle piscine interrate, perché temono che la spesa per l’installazione sia eccessiva e che sia necessario effettuare molti passaggi burocratici prima di cominciare i lavori. Inoltre perché temono che, con le piscine interrate, l’abitazione venga inserita nella classe delle abitazioni di lusso, portando a maggiori esborsi per tasse sugli immobili e IRPEF.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questi punti, per vedere se effettivamente tutti questi dubbi e preoccupazioni siano reali o meno

Piscina interrata senza aumento delle tasse

La presenza di una piscina interrata non è sufficiente ad aumentare le tasse comunali per un immobile, o a causare un accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate, in quanto una piccola piscina non necessita di spese eccessive per essere posizionata e neppure di ingenti spese di manutenzione.

Anche gli abitanti di un piccolo condominio potrebbero permettersi di costruire una piscina in giardino, senza che questo li faccia rientrare in una categoria censuaria elevata.

Casi in cui l’abitazione rientra nella classe di lusso

Perché una abitazione rientri nella classe catastale “abitazioni di lusso” è necessario che presenti almeno 4 dei requisiti base di questa classe; per quanto riguarda le piscine interrate, le abitazioni di lusso devono possedere una piscina che superi gli 80 metri quadrati di superficie, mentre la maggior parte delle piscine diffuse nei giardini italiani hanno dimensioni assai minori, intorno ai 20-50 metri quadrati.

Oltre alla piscina interrata, una casa di lusso deve avere finiture di lusso, una superficie abitabile superiore ai 160 metri quadrati, deve presentare un ascensore o un montacarichi, deve avere terrazze che occupino più di 65 metri quadrati, oppure i soffitti decorati con stucchi o affreschi; anche la presenza di un campo da tennis può concorrere a far rientrare un’abitazione nella classe di lusso, ma deve coprire un’area superiore ai 650 metri quadrati.

Costruire una Piscina interrata a casa: le cose da sapere e procedura burocratica da seguire

Oggi esistono aziende che offrono l’installazione di piscine interrate a prezzi davvero vantaggiosi, che non necessitano di una spesa da gran signori.

Inoltre per iniziare i lavori per l’installazione di piscine interrate è semplicemente necessario comunicare al Comune la Denuncia di Inizio Attività: gli uffici comunali hanno 30 giorni per opporsi a tale denuncia, trascorso questo tempo è possibile cominciare i lavori di posizionamento della piscina interrata.

È comunque importate controllare in Comune che non esistano vincoli paesaggistici particolari, che definiscono le forme installabili di piscine interrate, o che ne vietano la costruzione.