Investire nei Bitcoin rischi e possibilita

Il bitcoin sono stati l’evento economico e finanziario dello scorso anno: la loro diffusione si è fatta sempre più massiccia e si sono tenuti veri e propri convegni e dibattiti su questo fenomeno che spopola sul web.

Tuttavia, chi non è abituato a navigare si internet, forse ancora non sa cosa sono realmente i bitcoin: si può tranquillamente dire che si tratta di una moneta virtuale con cui effettuare scambi online. Questa moneta, tuttavia, l’anno scorso ha assistito a un vero e proprio boom, con la sua quotazione che è salita oltre i 500 dollari rendendo milionari decine di persone che avevano investito in moneta virtuale.

Ovviamente, questo mercato non è tutto rose e fiori e i pericoli sono sempre dietro l’angolo anche se, come dimostrano alcune storie esemplari, chi ha la forza di voler rischiare è riuscito in poco tempo a diventare un vero milionario; uno dei punti di forza, che rappresenta, però, anche uno dei limiti più importanti dei bitcoin, è la loro volatilità. Questa moneta virtuale, infatti, ha un andamento piuttosto altalenante e le sue variazioni sono nell’ordine delle centinaia di dollari, se non delle migliaia.

Appena questa valuta è nata, nel 2009, un bitcoin poteva essere acquistato per meno di 5 centesimi di dollaro ma, dopo appena quattro anni, in suo valore è cresciuto esponenzialmente tanto da arrivare a valere più di 1000 dollari.

Si tratta di un fenomeno del tutto nuovo per gli esperti economisti di tutto il mondo, che da tempo studiano l’evoluzione di questa moneta di scambio che è già entrata, in alcuni casi, nell’uso quotidiano.

Per il momento questa moneta è valida solo per alcuni negozi online, che l’accettano come se fosse valuta tradizionale ma in alcune zone so0no nati anche dei veri e propri bancomat: ufficialmente nessun negozio tradizionale è disposto a scambiare la sua merce con la moneta virtuale ma, soprattutto nel territorio americano, alcuni negozi cominciano ad aprire alla possibilità di accettare il bitcoin come moneta di pagamento.

Tuttavia, esiste un ostacolo che sembra non possa essere aggirato: il bitcoin è una moneta che esula completamente dal controllo delle banche e degli organi statali ma chi gestisce il mercato di questa valuta non vuole che ci sia un controllo superiore, adducendo al fatto che, se i bitcoin dovessero diventare una moneta attiva sotto l’egida di un’organizzazione superiore gestita dalle grandi banche o dagli Stati, perderebbe tutta la sua convenienza e i suoi tratti distintivi.

Ovviamente, il fatto che non si tratti di una moneta virtuale non controllata, rende i bitcoin un investimento da considerarsi assolutamente non sicuro che, in pochi minuti, permette di guadagnare migliaia di dollari ma è capace di farne perdere altrettanti alla stessa velocità.

Bisogna essere bravi a leggere il mercato e a investire quando il loro valore è basso per poi rivenderli quando cresce ma è un lavoro molto complicato quando ci si trova con una valuta così volatile.

Secondo quanto dichiarato dagli esperti, se non verrà deciso di regolarizzare in qualche modo i bitcoin, il loro andamento non potrà mai stabilizzarsi e saranno sempre da considerarsi come un investimento a rischio, nonostante anche un colosso come eBay abbia annunciato che, dall’anno prossimo, alcune transazioni specifiche potranno essere effettuate anche attraverso l’utilizzo di bitcoin.

Dello stesso avviso anche Google che, anche se non nel breve periodo, sta mettendo a punto un sistema per consentire le transazioni anche con bitcoin.

Quindi, ricapitolando, la moneta virtuale può offrire grandi possibilità di guadagno a fronte di un elevato rischio di perdita.

Il funzionamento ricalca quello degli investimenti classici ma qui, non essendoci nessun organismo di controllo superiore, le possibilità di passare dal tutto al niente sono decisamente più elevate.

Esistono comunque dei sistemi più o meno sicuri che aiutano a investire con meno rischi ed è sufficiente una ricerca su internet per trovare notizie interessanti sulle modalità d’apertura di un portafoglio virtuale e sull’acquisto di bitcoin presso gli operatori più sicuri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.