salone del libro

Sport in Piemonte, generazioni a confronto

Conferenza “Sport in Piemonte, generazioni a confronto” al Salone del Libro di Torino

Presso il Salone del Libro di Torino si è tenuto il 16 maggio l’importante conferenza incentrata sul passato, presente e futuro dello sport, per discutere della sua fondamentale funzione sociale, per parlare dei protagonisti dello sport di ieri, e presagire l’arrivo di quelli del futuro. La conferenza, a cura del Consiglio Regionale del Piemonte e svoltasi nell’Arena Piemonte della prestigiosa mostra internazionale di letteratura e cultura, ha visto la partecipazione di celebri personaggi della scena sportiva piemontese o legati al Piemonte, come la campionessa di nuoto Aurora Petronio, il marciatore Federico Tontodonati, il professionista del canottaggio Alberto Di Seyssel, e due atleti delle Paralimpiadi, Isabella Timpu e Niccolò Orsini. Ad aprire il convegno è intervenuto il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Mauro Laus, per fare un saluto e un augurio speciale a tutti gli sportivi e appassionati intervenuti, e comunicare un messaggio importante sul valore sociale dello sport.

 

Una conferenza per ribadire l’importanza sociale dello sport

L’incontro è stato animato da figure leggendarie dello sport del passato, che hanno saputo lasciare spazio di confronto anche a giovani campioni di oggi e future promesse, nell’ottica di dialogo intergenerazionale e mutuo scambio di esperienze auspicato dal titolo della conferenza. Il dibattito è stato supervisionato dai membri del Consiglio degli Stati Generali dello Sport, moderato dalla regia di Federico Calcagno, giornalista inviato di Rai Sport, e coordinato dal presidente del Consiglio Regionale piemontese Mauro Laus, che ha contribuito a sottolineare e mostrare la basilare funzione sociale e culturale che lo sport ha e deve raggiungere nel panorama italiano attuale, per contrastare piaghe sociali come droga e alcolismo e togliere i giovani dalla strada. L’evento ha raccontato come i personaggi intervenuti si siano avvicinati al mondo dello sport e abbiano portato avanti la loro passione e carriera, fra successi, insuccessi, delusioni, speranze e grandi ambizioni, quali il raggiungimento delle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

 

Il valore dello sport nella società moderna

Tutti i partecipanti al congresso hanno affermato a gran voce i valori dello sport e la sua importanza educativa, il suo ruolo etico e il suo impatto sociale. Lo sport è la guida che accompagna le vite di chi si dedica a questa attività, per questo tutte le autorità intervenute al convegno hanno espresso l’importanza di intensificare l’attività sportiva già dalla scuola primaria, in linea con tutti gli altri paesi europei. Lo sport racchiude importanti lezioni di vita, dalla modestia di accettare una sconfitta, alla cooperazione del gioco di squadra, alla tenacia per vincere. Lo sport è puro divertimento, è comunicazione con gli altri, e un modo sano per fare attività fisica, ma si porta dietro anche grandi ideali di unione, confronto e agonismo importanti più che mai nella società del nostro tempo.