Panoramica sulle slot machine online

La diffusione delle slot machine on line è un fenomeno di grande risonanza nel contesto sociale del nostro Paese. Tema molto delicato e controverso, negli ultimi tempi è stato oggetto di forte attenzione mediatica. Il web presta il fianco, oggi, a questa famiglia di giochi on line che si arricchisce sempre più di nuovi ed entusiasmanti scenari.

L’obiettivo dei giocatori è quello di puntare, rilanciare e vincere i jackpot messi in palio approfittando delle frequenti promozioni che prevedono giri di partite gratuite oppure bonus in denaro al primo accesso. Nell’universo sconfinato di Internet i siti di slot on line sono innumerevoli. Non serve possedere doti strategiche o tattiche ma è sufficiente registrarsi per poter cominciare a sfidare la fortuna. Questi sistemi sono divenuti ormai i principali protagonisti del gioco a distanza, il cui successo è ascrivibile anzitutto al continuo lancio di accattivanti versioni di giochi in grado di catturare l’attenzione (e il tempo) degli appassionati del gambling. Ma a ciò si aggiunge anche la comodità di poter giocare quando e dove si vuole. Secondo le stime attuali in Italia si spendono più di 300 milioni di euro all’anno per potersi addentrare in questo mondo virtuale in grado di coinvolgere il giocatore con le sue grafiche tridimensionali, gli effetti sonori, i colori brillanti e i personaggi burleschi. Il 3 dicembre 2012 l’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) ha avviato la legalizzazione delle slot machine on line consentendo quindi alle varie piattaforme a norma di legge di incrementare il proprio ventaglio di offerte di gioco.

slot-machines-on-line

Da qualche anno a questa parte, però, il tema del gioco d’azzardo offerto in rete è stato ampiamente dibattuto in ambito europeo. Non è, difatti, infrequente imbattersi in siti di slot machine on line illegali perché non autorizzati, incorrendo di conseguenza in truffe e raggiri. I siti che recano il marchio AAMS osservano regole ben precise, come quella che prevede l’obbligo per il giocatore di registrare il proprio codice fiscale allo scopo di evitare che i minorenni si lascino trascinare dai giochi on line pur di provare quel brivido che il rapido susseguirsi di simboli e immagini riesce a regalare. La Comunione Europea è intervenuta, sebbene non in maniera risolutiva, per controllare la regolarità di questo particolarissimo business. Alla luce di questo ben sette nazioni risultano essere nel mirino della Commissione Europea, alle quali non sono state risparmiate lettere di diffida per aver riscontrato infrazioni normative. Pur non essendo vietato, infatti, il gioco on line deve essere regolamentato in maniera trasparente e non arbitraria da parte del proprio paese di appartenenza. D’altra parte è anche opportuno che i giocatori neofiti si informino preventivamente sui siti dedicati al gioco online. Vi sono infatti apposite guide sul web che offrono diversi spunti su come riconoscere gli operatori illegali. Anche il Governo, negli ultimi mesi del 2013, si è espresso al fine di individuare misure volte a prevenire i danni derivanti dal gioco patologico (ludopatia). E’ stato così varato un piano di azione nazionale che presta particolare attenzione alle misure di protezione verso il giocatore e scoraggia il riciclaggio di denaro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.