Investimenti online con il Forex

Negli ultimi anni si sente molto parlare di Forex online, come di un sistema facile per guadagnare, ma sono pochi coloro i quali possono affermare di sapere cosa è e come funziona il forex online.

Il Forex online è un mercato attraverso il quale vengono vendute ed acquistate valute. In pratica chi opera con il Forex scambia una valuta (ad esempio l’euro) con un altra, poniamo il dollaro statunitense. Il guadagno che deriva da queste transazioni dipende dalle fluttuazioni del valore della valuta acquistata e/o venduta, fluttuazioni che, ovviamente, non sono stabili, ma variano nel corso della settimana. Le valute non vengono acquistate fisicamente, piuttosto vengono stipulati contratti dove vengono specificate le somme investite e i tassi attesi per lo scambio. A differenza delle fluttuazioni reali delle valute. operando con il forex è possibile sfruttare il cosiddetto effetto leva che consente di moltiplicare i guadagni derivanti da un cambio favorevole anche cento o duecento volte.

Ovviamente, così come avviene in tutte le transazioni economiche, anche il Forex comporta dei rischi per cui vale la pena avvicinarcisi con prudenza, ponendosi un budget iniziale da non superare e diffidando di chi promette facili e sicuri guadagni.

Cosa occorre per cominciare?

Per operare con il forex online è necessario prima di tutto un computer e una connessione, meglio se flat per poter verificare l’andamento del mercato più volte al giorno. Poi bisogna scegliere la piattaforma dalla quale operare e il broker. A questo punto prima di iniziare ad investire denaro vero è preferibile allenarsi utilizzando le numerose demo presenti in internet, in modo da prendere la mano con il mercato e le diverse strategie operabili. Oltre che provare praticamente attraverso le demo è preferibile studiare un pò per conoscere almeno le regole basilari dell’analisi tecnica e di quella economica.

Una volta che ci si è spratichiti si può sottoscrivere il contratto con il broker prescelto ed iniziare ad investire soldi veri, ricordando sempre che esistono dei rischi.

Per arginare i rischi, almeno nella fase iniziale è bene piazzare degli stop order, si tratta di limiti economici, posti prima di iniziare l’operazione che consentono di non superare una tot perdita. Un’alternativa allo stop è costituita dalle operazioni di copertura: un esempio è costituito dall’hedge che è un’apertura specularmente opposta a quella che si segue. In questo caso l’hedge può coprire parzialmente o totalmente l’apertura iniziale senza bloccarla, ma limitando i danni in caso che questa non vada nella direzione desiderata dal trader.

Questa tecnica è utilizzata come privilegiata da alcuni trader anche se in effetti è identica ad una chiusura tranne che per il fatto che lascia in tabella aperte le posizioni di long e di short.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.