Quanto costa curare una carie?

La carie, frequente sia nei bambini che negli adulti, è un problema non solo dal punto di vista della salute dei denti ma anche economico. Quanto costa curare una carie? Le tariffe dipendono spesso dallo specialista e anche dal tipo di carie, che può avere una natura più semplice oppure complessa.

La carie: riconoscere lo stadio e curarlo

La carie è un’infezione che colpisce i denti in maniera superficiale oppure complessa in base alla sua profondità. Si parla di carie semplice quando si limita ad un piccola area, mentre nel caso della carie complessa il problema è più grave perchè è più profonda, come la carie interdentale. La carie è una patologia dentaria che attraversa ben 4 stadi prima di giungere al suo apice:

1. La prima fase è spesso asintomatica. Difficilmente si riesce ad identificarla se non casualmente. La carie comincia ad attaccare lo smalto dei denti e inizia il suo avanzamento.

2. La seconda fase è caratterizzata da dolori lievi ma che comunque permettono di capire che qualcosa non va. In questo stadio di avanzamento dell’infezione la carie attacca la dentina. Sottoporsi ad una visita specialistica da un professionista è la scelta giusta per risolvere il problema sul nascere risparmiare: i costi, infatti, sono più ridotti.

3. La terza fase è quella in cui la carie attacca la polpa dei denti, distruggendo gradualmente tutta la superficie e causando molto dolore. Il mal di denti diventa molto forte e si rende necessario l’intervento del dentista. I costi sono già più alti a causa dell’avanzamento della patologia dentaria che ha provocato seri danni al dente.

4. La quarta fase è la peggiore perchè si rischia l’ascesso e nei casi più gravi anche la caduta del dente. Ormai siamo nell’ultimo e più doloroso stadio della carie che ha pian piano attaccato tutte le parti del dente, compresi osso e gengiva. Andare dal dentista in questa fase significa affrontare dei costi molto alti.

Le tariffe standard per curare una carie

I costi per la cura di una carie generalmente partono da 90 euro fino a sfiorare cifre oltre i 200 euro. L’aumento del prezzo dipende dallo stadio di avanzamento della patologia dentaria e dagli interventi necessari per la sua eliminazione. La carie, che richiede interventi di otturazione, si cura attraverso il riempimento della cavità colpita dall’invasione batterica. Il costo di queste prestazioni specialistiche dipende anche dal tipo di materiale utilizzato: il più economico è l’amalgama, impasto di mercurio, che per la sua composizione, secondo alcuni tossica, viene spesso sostituito da materiali più complessi che incidono notevolmente sul prezzo finale poichè più elaborati e più cari.

Perchè curare una carie?

Curare una carie nei suoi stadi iniziali significa risparmiarsi dolore e sofferenza e spendere cifre non eccessive. Quando la carie raggiunge maggiore profondità si è costretti a ricorrere alla devitalizzazione, che in termini economici significa spendere oltre 250 euro per dente. Sapevate che la carie si contagia da dente a dente? Se non si cura per tempo, oltre ai problemi prima citati, si rischia di ritrovarsi con più denti cariati, aumentando non soltanto il dolore all’interno della bocca ma dovendo affrontare costi molto elevati. Una buona igiene dentale e visite di controllo periodiche aiutano a prevenire il problema e, di conseguenza, a risparmiare.