L’implantologia dentale spiegata dal miglior dentista di Torino

Oggi giorno, molte persone sono affette dal cosiddetto “edentulismo” ovvero la mancanza parziale o totale dei denti: questo problema, prima ancora che di salute è un disagio estetico che mette a dura prova le relazioni sociali di chi ne è affetto.

A tale problema, risponde perfettamente l’implantologia dentale, ovvero l’insieme delle tecniche chirurgiche atte a ripristinare il funzionamento dei denti, attraverso l’applicazione di dispositivi metallici e non metallici che vengono inseriti nell’osso mandibolare, al fine di posizionare una protesi (mobile o fissa) che restituisca al paziente la funzione masticatoria.

In sintesi, viene applicata al paziente una “dentiera” mobile o fissa, che gli permetterà di riacquistare, non solo la capacità di mangiare ma anche la sua socialità.

dentista torino

Anche se il problema dei denti mancanti è sempre esistito, e a tale proposito sin dall’antichità l’uomo ha sempre cercato di porvi rimedio, attualmente le tecniche in questo particolare campo dell’odontoiatria, sono notevolmente migliorate e all’avanguardia, utilizzando solo materiali di alta qualità e di resistenza nel tempo.

L’intervento di implantologia dentale, che è l’unico in grado di risolvere in via definitiva il problema dell’edentulismo, è un ‘intervento indolore che può essere effettuato anche in anestesia locale. Le controindicazioni, per poterlo effettuare, sono veramente poche: infatti solo nei casi di grave anemia, di cardiopatie, di diabete e osteoporosi, si sconsiglia di effettuarlo. Per il resto dei casi, tale intervento, riesce quasi sempre alla perfezione e senza nessun problema per il paziente.

Ma come avviene l’intervento di implantologia dentale? Generalmente esso dura circa 30 minuti, in sedazione cosciente e solo per i pazienti particolarmente tesi e fobici, si può aggiungere un analgesico. A discrezione del dentista si può assumere (qualche giorno prima dell’intervento) un antibiotico per prevenire possibili infezioni post-operatorie. L’impianto avviene inserendo (previo consenso del paziente) dei perni, necessari al sostentamento dei nuovi denti, nell’osso mandibolare o mascellare, il tutto in anestesia locale. Il paziente è perfettamente in grado di interagire durante l’intervento e di ottenere tutte le spiegazioni necessarie.

Un accorgimento particolare, a seguito dell’impianto, va dato all’igiene orale della bocca. Infatti, tale igiene deve essere accurata e continua, per prevenire qualsiasi forma di infezione. Tuttavia seguendo i consigli del proprio dentista, l’impianto dentale avrà una lunga durata nel tempo.