Chi deve stipulare una Polizza RCA auto?

La stipula di un contratto di RC auto è obbligatorio da molti anni in Italia. E’ assolutamente vietato circolare senza assicurazione e si rischia il sequestro del mezzo, oltre a una multa salatissima.

Tutti coloro che possiedono un’auto devono perciò provvedere a stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile che offra una copertura per i danni che si possono causare a persone o cose quando si è alla guida di una vettura. Il contratto si perfeziona con il pagamento del premio e con l’apposizione della firma e, per legge, non può avere validità superiore all’anno, pertanto ogni anno, entro la scadenza, l’automobilista è libero di rinnovarlo con la stessa compagnia o sceglierne un’altra.

Le polizze RC auto che vengono proposte dalle società assicurative sono di diverse tipologie, ma solitamente l’importo delle tariffe viene calcolato con il metodo del bonus malus che prevede la suddivisione degli assicurati in diverse classi di merito. I guidatori più virtuosi ogni anno vengono promossi alla classe superiore fino a giungere alla prima ed ottengono una riduzione sul premio da pagare, al contrario chi si rende colpevole di un sinistro viene retrocesso di cinque classi e il premio aumenta di conseguenza. Ogni anno le compagnie fanno pervenire agli assicurati l’attestato di rischio in cui viene illustrato il loro comportamento alla guida e la classe di merito a cui sono assegnati e tale documento è indispensabile per stipulare un nuovo contratto.

Tra le diverse polizze RCA vi è la possibilità di stipulare un contratto che prevede una franchigia, in questo caso il premio da pagare è inferiore, ma qualora l’assicurato si renda responsabile di danni a persone o cose, è chiamato egli stesso a concorrere a pagare parte del risarcimento fino alla cifra stabilita come franchigia.

Chi percorre pochi chilometri all’anno può invece optare per un’assicurazione chilometrica. Il premio annuo è notevolmente ridotto a patto che non si superi una certa soglia di chilometraggio che viene monitorato grazie al posizionamento di un un apposito dispositivo sulla vettura. Se la soglia viene superata si è chiamati a pagare la differenza.

Le polizze RCA auto possono essere anche temporanee, possono cioè essere stipulate per avere una validità limitata nel tempo e sono la soluzione ideale per chi utilizza l’auto solo durante determinati periodi dell’anno. Di norma prevedono scadenze di un mese o di sei mesi e naturalmente il premio da versare è ridotto in proporzione al tempo di validità.

Va ricordato poi che le polizze RCA possono essere personalizzate con coperture aggiuntive non obbligatorie come ad esempio la tutela dal furto o dall’incendio. Vi sono poi le polizze Kasko che invece tutelano i danni subiti dall’auto qualora si esca fuori strada o ci si ribalti senza coinvolgere altre vetture.