Le competenze dello studio legale per il diritto del lavoro di Roma

Quando è opportuno rivolgersi ad uno studio legale specializzato nel diritto del lavoro?

Questa è la domanda a cui cercheremo di rispondere.

Il mondo del lavoro è considerato dal nostro legislatore come una sorta di settore speciale a causa dei diversi rapporti di forza tra lavoratore e datore di lavoro, quindi per esso all’interno del processo non valgono le stesse norme valide per il diritto processuale civile in genere. Ecco perché nel caso in cui sul luogo di lavoro sorgano delle controversie è opportuno recarsi in uno studio legale specializzato nel diritto del lavoro  che può trovarsi a Roma, o in qualsiasi altra località.

In particolare uno studio di tal genere si occupa di tutte le questioni che possono insorgere sul luogo di lavoro. Di seguito una breve casistica che non ha la pretesa di essere esaustiva ma delinea a grandi linee.

Uno dei diritti principali di ciascun lavoratore è il diritto di ricevere un’equa retribuzione che assicuri un’esistenza dignitosa e sia proporzionata al ruolo svolto. In Italia è vietato il sotto inquadramento quindi possono essere svolte mansioni di grado superiore al proprio solo per limitati periodi di tempo e per esigenze straordinarie.

Questo vuol dire che nel caso in cui il lavoratore non riceva la retribuzione dovuta o la stessa sia corrispondente all’inquadramento ma non alle mansioni svolte, il lavoratore può agire in giudizio, sempre tramite lo studio legale diritto del lavoro di Roma

Tra i casi classici ci sono inoltre le violazioni dello statuto dei lavoratori che ha subito negli ultimi anni delle modifiche riducenti l’ambito di applicazione dell’obbligo di reintegro del lavoratore sul luogo di lavoro e la violazione della normativa sulla tutela della maternità e della paternità.

Anche in questo caso sono importanti le innovazioni perché mentre il congedo di paternità resta un ipotesi residuale relegata al caso in cui la madre sia impossibilitata ad usufruirne, vengono introdotti i nuovi permessi che sono parzialmente retribuiti ma che possono essere usufruiti sia dal padre sia dalla madre con un incentivo particolare, perché il periodo complessivo di permesso risulta aumentato se ne usufruisce anche il padre.

Ovviamente nel caso in cui il datore di lavoro dovesse negare tali periodi di permesso, il lavoratore potrebbe rivolgersi ad uno studio legale di diritto del lavoro a Roma o altrove  per veder riconosciuti i propri diritti

Si può ricorrere al giudice del lavoro assistiti da un legale specializzato in diritto del lavoro anche in tutti quei casi in cui ci sia violazione del codice delle pari opportuinità ovvero per violazione del d.lgs 198 del 2006 che ha risistemato la normativa inerente la discriminazione di genere sul luogo di lavoro.

Infine un nuovo campo di applicazione in cui sempre più spesso viene richiesto l’aiuto di esperti in diritto del lavoro, riguarda il mobbing ovvero il caso in cui sul luogo di lavoro si subiscano delle pressioni eccessive da parte di superiori o anche di soggetti di pari grado che hanno lo scopo di isolare il lavoratore vessato o comunque cacciarlo dal luogo di lavoro o evitare promozioni.

Si tratta di una materia molto scivolosa in quanto ancora trattata con norme specifiche in cui solo un vero esperto in materia può aiutarvi perché spesso i comportamenti vessatori sono subdoli e solo il ripetersi nel tempo e il particolare clima intimidatorio che si crea sul luogo di lavoro possono aiutare a dimostrare la violazione dei propri diritti. Il mobbing comprende le intimidazioni, il demansionamento, le umiliazioni che il lavoratore subisce nello svolgimento delle mansioni