Gli interventi di mastoplastica additiva

centro-mastoplastica-additiva

Farsi operare al seno per ingrandirlo prende il nome di intervento di mastoplastica addittiva: vediamo nello specifico di che cosa si tratta quest’intervento e quali sono le sue fasi.

Aumentare il seno con la mastoplastica

Questo particolare intervento permette alle donne, come detto prima, di aumentare le dimensioni del proprio seno: tra le tantissime operazioni chirurgiche, questa si colloca alle prime posizioni, e condivide la vetta della classifica con la liposuzione.

A differenza di tanti altri interventi però, questo da un risultato armonioso: questo significa che, dopo che le donne si sottopongono all’intervento, il seno, seppur ingrandito, rimane naturale e pertanto darà quell’impressione che il seno sia naturale al cento per cento.

La prima fase: l’incisione

La prima fase dell’intervento prende il nome di incisione, e consiste nel tagliare la zona della pelle vicina al seno e alla ghiandola mammaria: grazie questo taglio, se così vuol esser definito, permette ai chirurghi di poter inserire la protesi.

Essa viene posizionata dietro la ghiandola mammaria, e prima di richiudere l’incisione, il sangue ed il siero vengono aspirati.

Inoltre, per evitare conseguenze poco piacevoli, come la rottura della protesi, vengono inserite le protesi di ultima generazione, che permettono alla stessa protesi di essere maggiormente resistente.

La seconda fase: fasciatura ed i drenaggi

Oltre alla protesi, vengono posti dei drenaggi, i quali hanno uno scopo ben preciso, ovvero quello di fissare meglio la protesi al seno, rendendolo maggiormente naturale e poco ingombrante per il primo periodo.

Dopo circa due settimane, il drenaggio viene completamente rimosso, e si passerà alla cicatrizzazione della ferita, ovvero nella zona dove si trova l’incisione.

Qualche conseguenza negativa della mastoplastica

Anche se l’intervento di mastoplastica additiva è semplice, ci possono essere piccole conseguenze fastidiose ma inevitabili: ad esempio, la paziente potrebbe sentire un dolore continuo al seno che dura un anno, oppure formazione di lividi.

Nel peggiore dei casi, la paziente rischia un tumore al seno, dato che la zona mammaria è invasa da elementi esterni.

3 thoughts on “Gli interventi di mastoplastica additiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.