Impianti per Denti: quanto costano?

 

Cari lettori, se anche voi state pensando si ricorrere all’utilizzo di impianti dentali, ma non siete informati sulla materia, questo articolo vi chiarirà sicuramente le idee.

L’impianto dentale è una radice artificiale del dente, costruita in titanio, che va a sostituire completamente o in parte, la radice mancante del dente. Esso infatti è studiato per ancorarsi saldamente all’osso della mascella e tenere in posizione il dente.

Tutto ciò avviene tramite operazione chirurgica, che può avvenire in tre modi: o nella maniera classica, mediante operazione chirurgica; o attraverso una implantologia trasmucosa, che non necessita di tagliare la gengiva; o mediante implantologia dentale immediata post-estrattiva, ovvero, questa procedura permette l’inserimento dell’impianto dentale, nella stessa seduta in cui viene estratto il dente.

 

I vantaggi nel farsi inserire impianti denti

 

  1. Impediscono il riassorbimento osseo, causato dalla perdita del dente, che finisce per cambiare i lineamenti del viso;
  2. Contribuiscono alla salvaguardia dei denti vicini; rispetto alle soluzioni rimovibili, gli impianti dentali sono fissi ancorati all’osso;
  3. Vi è una ricerca portata avanti da studiosi dell’argomento, che afferma come, grazie da una corretta e normale cura orale, gli impianti dentali possano durare per tutta la vita;
  4. L’intervento d’inserimento dell’impianto dentale è completamente indolore, sia se si è eseguita un’anestesia locale, ma anche con anestesia totale.

Ciò non toglie il fatto, che possano esistere dei casi in cui s’incorra in un infezione, o la lesione del nervo durante il processo d’inserimento degli impianti dentali, dovuti alla negligenza del medico; ma il rischio più grande degli impianti dentali rimane il suo rigetto, in questo caso l’impianto inizia a muoversi e a cadere, senza pero dare complicazioni.

 

 

Gli impianti dentali possono essere inseriti in chiunque ne faccia richiesta, siano essi giovani o anziani, ad eccezione di alcune rare patologie che impediscono al paziente di sottoporsi all’operazione chirurgica. Il titanio, materiale di cui sono composti gli impianti dentali, è un metallo assolutamente biocompatibile per il nostro organismo.

Inoltre è possibile sostituire, mediante l’inserimento di impianti denti, sia un dente singolarmente, conservando i denti adiacenti, sia qualche dente, attraverso l’inserimento di ponti o protesi fisse, ma si possono sostituire anche tutti i denti.

 

I costi degli Implantologia Dentale

 

Ora, molti di voi si staranno sicuramente chiedendo, se vale la pena sottoporsi alla pratica e sopratutto, quanto mi verrà a costare.

Per quello che riguarda i prezzi, posso dirvi che variano molto a seconda delle esigenze di ogni singolo caso, e che quindi possono variare da un minimo di 1200 euro ad un massimo di 3300 euro a dente.

Considerando che l’impianto dentale è composta da tre parti: l’impianto (vite), il perno moncone e la corona; e che uno di questi componenti viene presentato separatamente. Questo è un sistema per non spaventare, e di conseguenza, non disincentivare il paziente che vuole sottoporsi ad un intervento di implantologia per applicare gli impianti denti.

Oltre questo molte cliniche presentano i costi di operazioni separati dalle altre componenti. Per questo quando andrete dal vostro medico a chiedere informazioni, e quindi un preventivo dell’impianto, chiedete sempre “Quale sarà il costo finale per l’inserimento di un impianto dentale?”.

Perché nella vita è giusto essere diretti specialmente per motivi importanti.