L’innovativa tecnica dell’All on Four per la cura dei denti

Tecnica dell'All on Four

 

Fino a pochi decenni fa si utilizzava solo la dentiera

 

Per quanto possa apparire strano, fino a pochi anni fa la dentiera era l’unica alternativa dei pazienti completamente privi di denti. Addirittura, molti di loro preferivano rimanere edentuli piuttosto che affrontare estenuanti sedute dentistiche. Un nutrito numero di persone inoltre, nonostante avessero superato un noioso e scomodo processo dentistico, non indossavano quasi mai la dentiera per via di problemi di fonazione o imbarazzanti spostamenti dell’ausilio durante l’interlocuzione. Naturalmente, oltre a problemi di sorriso si verificavano anche gravi ripercussioni sull’intero organismo a cominciare da problematiche gastro intestinali per via della masticazione poco corretta. A partire dalla fine degli anni 80 è stata finalmente introdotta anche in Italia un’innovativa tecnica chiamata All on Four che prevede il posizionamento di quattro impianti su punti strategici dell’osso mascellare o mandibolare dove posizionare delle protesi fisse. La tecnica All on Four ha permesso alle persone edentule di riaffacciarsi alla vita con serenità e buon umore.

 

 

La tecnica All on Four è indicata pienamente per i pazienti privi di denti

 

Grazie ai numerosi studi degli specialisti odontoiatrici, la tecnica All on Four è diventata il fiore all’occhiello di pregiati studi dentistici ed i pazienti edentuli si propongono per questa nuova tattica, con molto entusiasmo, Si entra nello studio dentistico e anche appena dopo l’estrazione di alcuni denti rimasti ma gravemente compromessi, vengono applicate nell’osso mandibolare o mascellare 4 viti in puro titanio che è il materiale d’eccellenza per evitare rigetti e lenta guarigione. Queste viti fungono da radici artificiali e su di esse verranno posizionate protesi composte da 10/12 denti. La tecnica è abbastanza economica ma soprattutto è efficace tanto che il paziente può ritornare a casa con un sorriso smagliante e riprendere subito le sue attività giornaliere. Se si dovessero verificare normali dolori dovuti ai postumi dell’intervento, questi andranno placati con comuni medicinali da banco. Lo specialista comunque, offrirà tutta l’assistenza possibile al paziente e gli fornirà le indicazioni necessarie per una corretta terapia domiciliare che comprende una scrupolosa igiene orale.

 

La competenza del dentista è essenziale

 

La competenza del dentista è di estrema importanza perché l’estetica deve essere perfetta visto che la tecnica All on four è una sorta di dentiera a cui però manca il palato quindi il sorriso finale del paziente, potrebbe essere compromesso dal ‘mascellare superiore maggiore’ infatti, ‘l’arcata superiore dentale’ potrebbe evidenziarsi in modo anomalo. Il questi casi specie se il sorriso del paziente è un sorriso gengivale si dovrà optare per una gengiva artificiale sebbene esistano tattiche che permettono di ottenere una dentatura praticamente perfetta. Ecco perché è importante che il medico chirurgo che opererà sia di pregio e molto competente. A volte dopo l’estrazione dei denti è necessaria la rimozione di parte dell’osso residuo per inserire ‘una flangia di falsa gengiva’. Anche i materiali utilizzati devono essere di ottima qualità poiché le protesi definitive sono realizzate con Zirconio-Ceramica oppure Titanio-Composito. Si garantisce così, una notevole forza di masticazione e la resistenza all’usura.