Trova elettricisti a Milano

Elettricista a Milano, che fatica!

Elettricista a Milano, come farsi trovare nella massa e farsi scegliere

In un mondo del lavoro in continua evoluzione, che favorisce il grande centro commerciale piuttosto che la bottega all’angolo della via di casa, per gli artigiani la professione diventa giorno dopo giorno una missione sempre più dura alla ricerca di un cliente. 
Si può quindi sfatare il mito dell’artigiano domestico che lavora poco e guadagna tanto, in una realtà che taglia sempre più fuori i professionisti autonomi come Milano. 
Non è certo possibile sfidare i colossi del mercato, che avranno mezzi sempre più potenti ed efficaci per raccogliere il loro parco clienti e ridurre le tariffe, escludendo dal mercato il piccolo artigiano con la bottega di famiglia.
Un piccolo elettricista in una grande città come Milano quindi, oggi, non può star fermo ad aspettare che il lavoro venga a lui; è necessario un passo verso l’ambita fattura. Come fare a sbarcare il lunario?
– Sfruttare il network
– Sfruttare internet
– Condividere i clienti
– Farsi conoscere tramite il passaparola

L’elettricista che si rispetti ha un’agenda con decine di contatti, nati in ambienti lavorativi e della vita privata. Questi rapporti non vanno raffreddati, nel momento in cui qualcuno di questi contatti avrà bisogno di un elettricista, il pensiero non potrà che andare all’amico o al conoscente che lo fa di mestiere. Attenzione: è bene riservare un trattamento favorevole in queste occasioni, soprattutto dal punto di vista economico, per ingrandire la rete di contatti e crearsi una reputazione positiva (della quale in seguito si discuterà l’importanza).

Sfruttare internet
Per qualsiasi necessità la società civile si rivolge allo stesso identico strumento: il web. Anche il piccolo artigiano non deve trascurare internet, dotandosi di un sito ed adottando le tecniche SEO per favorire il proprio settore merceologico e la zona nella quale lavora. Ripetere più volte nei propri testi pubblicati, ad esempio, le parole “elettricista” e “Giambellino” non potranno che giovare alla vostra attività.
Oltre al personale network, è bene crearne uno professionale. Internet, attraverso siti come Linkedin, può favorire la creazione di una rete professionale di condivisione dei clienti con, ad esempio, idraulici e muratori. Ci si può anche associare a dei professionisti che legano varie competenze professionali e seguono intere ristrutturazioni affidandosi al proprio “portafoglio artigiani”: in questi casi l’elettricista dovrà accontentarsi di un guadagno più contenuto, ma risparmierà lo stress ed il tempo dedicati altrimenti all’attività commerciale.

Il passaparola
E’ importante riservare trattamenti di favore a contatti personali per favorire una buona reputazione, che faccia sentire in dovere chi riceve il servizio di restituire un favore all’artigiano. Attenzione al tipo di cliente: se l’intervento elettrico viene fatto presso un negozio o una portineria, cioè al centro di un micro-mondo intorno al quale gravitano decine di persone, il potenziale passaparola potrebbe generare un circolo vizioso a cui difficilmente si può rinunciare. 

Milano è città frenetica e produttiva, ma in fondo si concede i propri momenti di intima confidenza e in certe corti ci si affida solo al portinaio o alla vicina di casa per ricevere sostegno o consigli: il potenziale provinciale di una città cosmopolita che non può essere sottovalutato.

Suggerito da: www.pronto24h.it