diploma rapido

I pregi e i difetti dell’illuminazione Led

Cosa è un led

Un led, acronimo di Diodo ad Emissione Luminosa, è un dispositivo elettronico in cui alcune componenti, costituite da materiali semiconduttori, emettono radiazioni luminose se opportunamente stimolate da una tensione elettrica.

Pregi e difetti

I led sono caratterizzati da una lunga durata ed alta efficienza, sia in termini energetici che di resa luminosa. Le piccole dimensioni li rendono, inoltre, idonei a svariate applicazioni nel settore automobilistico, nell’elettronica, in ambito medico e, soprattutto, nell’illuminazione degli ambienti.

Per contro, il loro costo ancora abbastanza sostenuto non ha contribuito alla popolarità che invece meritano. Bisogna, infatti, essere consapevoli che l’acquisto di tali apparecchi rappresenta un vero e proprio investimento che viene però ammortizzato nel lungo periodo dal momento che alcuni dispositivi a led sono garantiti fino a 20 anni.

Altro aspetto da non sottovalutare è la sostenibilità ecologica sia dal punto di vista del risparmio energetico, e quindi di minor impatto ambientale delle centrali elettriche, sia riguardo al minore quantitativo di dispositivi esauriti da smaltire annualmente. Molto importante è l’assenza delle componenti infrarosse ed ultraviolette dallo spettro di luce emessa da tali apparecchi.

Applicazioni

L’applicazione dei led nel campo dell’illuminazione ha rinnovato il concetto di sorgente luminosa, consentendo a designer e progettisti di sbizzarrirsi in progetti ambiziosi e deliziosamente futuristici.

La prima, ed anche la più nota, applicazione dei led è legata al mondo delle lampadine, mandando in pensione le classiche lampade ad incandescenza e presto anche le cosiddette lampade a risparmio energetico. Il circuito inglobato all’interno di un involucro di vetro di varie dimensioni e tipologie garantisce una luce con un indice di resa cromatica molto elevato. Il risparmio energetico è ingente: basti pensare che un faretto a led di soli 10 watt di potenza ha una resa equivalente ad una lampada da 60 watt. La gamma di colori disponibile in commercio è praticamente infinita: dal comune bianco, a luce calda o fredda, si arriva anche al verde, arancione o qualunque altro colore combinando il giallo, blu e rosso.

Ma illuminazione non significa solo lampadine o faretti. Le ultime tendenze del settore illumino-tecnico suggeriscono, infatti, di limitarne l’uso a favore di elementi luminosi nascosti o di veri complementi d’arredo di design. I led si adattano bene alla realizzazione di tubi luminosi da nascondere nei controsoffitti o sotto i pensili di cucine e pareti attrezzate, o di sottili nastri da inserire nei pavimenti in resina come scie guida d’emergenza o per creare la cosiddetta illuminazione da pavimento, già molto in voga nelle case più moderne e tecnologiche.

Per quanto riguarda gli oggetti di design le soluzioni proposte sono davvero molto belle, rendendo sofisticati gli ambienti moderni e preziosamente raffinati quelli in stile classico. Si trovano in commercio lampadari in acciaio lucido o satinato dalle forme estreme con elementi filiformi attorcigliati ed inserti led, piantane od applique radiocomandate che permettono di impostare intensità e colore della luce in base alla situazione o al nostro umore (per gli amanti della cromoterapia) fino ad arrivare a tavoli, specchiere e quadri tempestati di led luminosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.