hata-yoga-bologna

Bologna, paradiso per gli amanti dello yoga

Bologna, paradiso per gli amanti dello yoga
La città di Bologna, offre molte soluzioni interessanti per chi vuole iniziare un percorso di ricongiungimento col proprio io e di armonia spirituale, grazie alla pratica dello yoga.

Esistono svariati corsi di yoga a Bologna tra il centro e la periferia che si occupano di insegnare le diverse discipline dello yoga. Basta solamente scegliere il sentiero più congeniale alle proprie esigenze, grazie alla molteplicità delle offerte!

Cos’è lo yoga

yoga bolognaIl termine sanscrito yoga, la cui radice yuh significa “unione” e “ricongiungimento”, ma anche “vincolo”, incarna in sé tutte le pratiche medidative e ascetiche originarie dell’India.
Tale dottrina ha lo scopo di far riconquistare un benessere interiore all’individuo, attraverso il superamento delle divisioni interiori e un ricomponimento di un’armonia complessiva, corpo, mente e Dio.

Lo yoga-darśana si inserisce all’interno del sistema dei sei darśana, con i quali si intendono le varie scuole interpretative della dottrina induista, scaturita dall’antica raccolta di testi denominata Veda.

Le altre teorie ermeneutiche darśana considerate dall’Induismo sono: Sāṃkhya, che si basa su una concezione ateistica; Nyāya, centrata sul metodo; Vaiśeṣika, che si concentra sull’analisi dell’esistenza; Mīmaṃsā, la più antica esegesi dei Veda e Vedānta, ovvero la summa che riassume tutte le altre interpretazioni in modo conclusivo.

Lo yoga moderno

Oggi lo yoga si pone all’incrocio tra pratica fisica, religione e meditazione filosofica, ma in realtà supera tutti questi aspetti e li contiene in sé.

In che cosa consiste praticamente lo yoga? Per rispondere a questa domanda, possiamo utilizzare l’immagine delle Otto membra, ognuna di essa coopera all’armonia complessiva dell’individuo.
Esse consistono in: Yama, il primo stadio, una serie di norme comportamentali e di astinenze; Niyama, il secondo stadio, le osservanze volte a garantire la purezza interiore e esteriore, alcune di queste riguardano ad esempio l’igiene personale dell’individuo o il rifiuto della collera; Asana, il terzo stadio, le posizioni, studiate per coinvolgere l’intero corpo; Pranayama, il quarto stadio, le tecniche di respirazione, dal termine “prana” che significa soffio vitale; Pratyahara, il quinto stadio, il controllo dei sensi, quindi il far sì che le percezioni non siano volte esclusivamente verso l’esterno, ma verso l’interno; Dharana, il sesto stadio, la concentrazione, che non coinvolge più la totalità del mondo sensibile, ma un solo ed unico oggetto; Dhyana, il settimo stadio, la meditazione, a cui si arriva dopo essersi concentrati per lungo tempo su di un’unica cosa; Samadhi, l’ottavo ed ultimo stadio, la totale concentrazione, l’estasi suprema, riservata a pochissimi, in questo stadio si arriva ad una totale trascendenza delle cose terrene.

La consapevolezza di esse e il loro sviluppo equilibrato, garantisce la riconquista di un benessere psico-fisico e intellettuale senza pari.

I vari tipi di yoga

Pur nel rispetto delle caratteristiche comuni e della stessa finalità, esistono diversi tipi di yoga, ognuno con una diversa curvatura.
Lo Hatha yoga, è lo stile più adatto per iniziare, poiché meno rigido e si adatta perfettamente al ritmo della persona. Lavora perlopiù sulla fisicità per preparare il corpo alla meditazione.
L’Ashtanga yoga, uno dei più antichi, ma al contempo dei più movimentati, si occupa della concatenazione tra respirazione (Pranayama) ed esercizi fisici (Asana).
Kundalini yoga, detto anche “yoga della consapevolezza”, atto a concentrare tutte le energie verso il canale della spiritualità. E’ adatto a coloro che hanno già un minimo di dimestichezza con la disciplina.
Bikram yoga, è una pratica che si prefigge di aumentare la tonicità e l’elasticità dei propri muscoli, grazie ad una serie di ventisei posizioni e all’ambiente di lavoro. Si usa, di solito, una sala riscaldata che raggiunge la temperatura di 40 gradi.
Lo yoga Nidra, permette, grazie ad un sapiente utilizzo delle tecniche di respirazione e della concentrazione, di arrivare ad un vero e proprio stato di trance.
Lo yoga Tantrico, coinvolge soprattutto la dimensione psicologica e si prefigge di creare uno stato di armonia tra la persona e l’universo che la circonda.
Questi sono solo alcune delle scuole di pensiero dello yoga, ma ne esistono molteplici, l’importante è trovare quella più compatibile a noi.