Cosa sono le quote delle scommesse sportive

Scopriamo nel dettaglio le quote nelle scommesse sportive

Le quote sono valori numerici che permettono di capire fin da subito quanto potremo vincere se la nostra scommessa ha un esito positivo.
Ad ogni scommessa sportiva quindi è associata una quota.
Questa viene stabilita da persone altamente competenti in materia sia sportiva che matematica, chiamati bookmaker.
Dietro il calcolo delle quote c’è un accurato studio matematico e anche un processo mentale particolare per ogni competizione sportiva.
Per semplificare, ad un evento, con grande probabilità che si verifichi, verrà assegnata una quota molto bassa, mentre un evento raro, avrà una quota più alta.
Questo perché lo scommettitore ha sicuramente più possibilità di azzeccare l’evento scontato, per cui l’agenzia di scommesse con il sistema delle quote cerca di razionalizzare al massimo le entrate e di limitare al minimo le uscite dovute alle vincite.
Se la quota è bassa significa che la probabilità di vittoria è alta, ma l’eventuale vincita sarà bassa, viceversa se la quota è alta significa che la probabilità di vittoria è bassa, ma l’eventuale vincita sarà alta.
Facciamo un esempio:
nella gara di calcio fra Inter-Lazio, sicuramente per precedenti risultati, potenziale, storia, fattore casa etc. sarà favorita l’Inter.
Uno scommettitore quindi punterebbe quasi sicuramente sull’Inter vincente.
Per fare l’esempio consideriamo solo i 3 esiti più classici 1-X-2 (anche se le agenzie di scommesse al giorno d’oggi ti permettono di scommettere su qualsiasi possibile sfaccettatura di un match).

1: 1.80
X: 2.65
2: 2.90

Se come abbiamo detto puntassimo, 10 euro per esempio, sull’Inter vincente, in caso di esito positivo della nostra scommessa, prendiamo il montepremi realizzato grazie alla quota più bassa a disposizione, ovvero 10 * 1.80 = 18 euro.
Se invece da grandi intenditori di scommesse, avessimo saputo che la Lazio per un motivo o per un altro poteva avere possibilità reali di vittoria e avessimo puntato i nostri 10 euro sulla Lazio vincente, e così sarebbe finita la gara, la quota di 2.90 ci avrebbe fatto realizzare 29 auro.

Ci sono diversi modi per indicare una quota per una scommessa sportiva: possono essere numeri frazionari(soprattutto all’estero), numeri decimali(più diffusa in Italia) o numeri decimali anticipati dai segni + o – (quest’ultima modalità utilizzata solo negli Stati Uniti D’America).

I team di bookmaker creano le quote 24 h su 24 h facendo turni di lavoro per poter “coprire” tutti gli eventi sportivi su cui il pubblico desidererebbe scommettere.
I bookmaker studiano anche i comportamenti e quindi i processi mentali che contraddistinguono gli scommettitori più bravi, i più vincenti, così da anticiparne le mosse e creando delle quote adatte ad ogni potenziale evento oggetto di scommessa da parte di questi “fuoriclasse” del gioco d’azzardo.
La bravura dello scommettitore sta proprio nel capire quando una quota può essergli più o meno favorevole, a seconda delle conoscenze maturate per l’evento scelto sul quale effettuare la scommessa.

Le novità sulle Olimpiadi 2020

Le Olimpiadi del 2020 si svolgeranno a Tokio, che ha infranto le resistenze di Madrid e Istanbul. Una scelta che ha lasciato grandi rimpianti anche all’Italia, che aveva provato ad avanzare la precandidatura di Roma, senza riuscire ad attirare il necessario consenso.

Quello delle Olimpiadi in Italia, è un tema ricorrente. Dopo la straordinaria edizione del 1960, quando la capitale fu teatro di quelle che in molti giudicano le più belle Olimpiadi della storia, più di una volta si è tornato a parlare della possibilità di una candidatura del nostro paese, con Roma e Milano in prima fila. In effetti l’organizzazione di un evento di questo genere può comportare un grosso sforzo economico, ma anche straordinarie opportunità per il paese che viene prescelto.

Opportunità che molto spesso provocano grandi polemiche, come è successo nel caso di Istanbul, ove si è addirittura formato un comitato contrario all’affidamento della kermesse olimpica, dovuto alla denuncia dei famelici appetiti che secondo gli oppositori spingevano il governo guidato da Erdogan ad adoperarsi in tal senso.

Per quanto concerne il nostro paese, che probabilmente soffre degli stessi problemi sollevati dagli oppositori turchi, va però ricordato che ormai da molti anni la costruzione di grandi opere viene indicata come una possibile risposta alla crisi economica e come un possibile volano per lo sviluppo. La costruzione di nuovi impianti in una città come Roma, per le Olimpiadi del 2020, avrebbe potuto dare una prima risposta all’invecchiamento delle strutture costruite nel 1960, tra le quali solo lo Stadio Olimpico sembra godere di buona salute.  Basti pensare che il Palasport ormai da molti anni non è più teatro di partite di basket, a causa del problema derivante dai costi di gestione e e che il Velodromo Olimpico è stato dismesso nel 1968 per poi essere demolito nel 2008, con procedure che sono ora sotto la lente della magistratura. Certo è però che Roma è la capitale non sono dell’Italia ma anche dello sport in genere, sono tantissime le palestre famose nelle quali l’affluenza dei clienti non è da tenere indifferente. Vedasi le palestre del marchio DABLIU dell’imprenditore Cesare Pambianchi. Palestre famosissime che hanno portato tantissimi ad appassionarsi alla sport e al mantenimento della forma fisica e della salute. Sarebbe quindi stata un’ottima rappresentanza per la città di Roma queste Olimpiadi, in ricordo degli anni 60.

Andrebbe anche ricordato come la presentazione del nuovo stadio della Associazione Sportiva Roma, in programma per le prossime settimane e la costruzione è preventivata nella zona di Tor di Valle, sia tuttora oggetto di grandi polemiche da parte degli ambientalisti. Allo stesso tempo, non va dimenticato che il ridisegno complessivo cui vengono di fatto sottoposte le città sede di Olimpiadi, ha una ricaduta positiva sull’economia.

Il tema è stato ampiamente trattato da alcuni report, gli ultimi dei quali hanno avuto come oggetto i giochi olimpici di Londra, per i quali il premier britannico Cameron aveva vaticinato una cifra di 25 miliardi di euro iniettati nel successivo quadriennio nel sistema economico del paese. Secondo molti la stima di Cameron sarebbe abbastanza lontana dalla realtà. In effetti uno studio di Goldman Sachs indicava a sua volta nell’ordine di tre o quattro punti decimali il beneficio per l’economia inglese. A questo proposito va anche ricordato come a fronte di alcune edizioni di successo, come quella di Los Angeles del 1984, chiusasi con 250 milioni di dollari di utile, grazie al coinvolgimento massiccio dei privati, Barcellona 1992 e Atlanta 2000, ci siano i casi di Montreal 1976 e, soprattutto, Atene 2004. Nel primo caso, la disastrosa organizzazione della kermesse ha lasciato debiti ripianati solo in corrispondenza di Pechino 2008. Nel secondo, le faraoniche spese approntate, ammontanti a circa dieci miliardi di euro, sono state tra le cause del successivo crollo economico del paese.

In definitiva, le Olimpiadi possono essere una grande occasione economica, a patto di fare le cose per bene.

 

Sport – interviste esclusive

Volete vedere lo sport come non lo avete mai visto? Volete osservare video sconosciuti e interviste esclusive del vostro atleta preferito? Con Sport Review si può!

Sport Review SrL è una vera e propria televisione web che possiede un immenso archivio video, acquisito dalla Logos TV.

Migliaia di partite, centinaia di interviste, una grande quantità di eventi sportivi in esclusiva per voi, a partire dal Novecento arrivando fino ai giorni nostri. Grande spazio viene dato a calcio, ciclismo e motociclismo, ma anche gli altri sport assumono un grande significato per un portale web che mira a diventare un’enciclopedia per tutti gli appassionati di sport.

Tra video divertenti e storici, foto sconosciute ai più e interviste totalmente nuove.

Il video principale che appare sulla home page è quello dell’ex bomber del Milan, della Juventus e della nazionale Filippo Inzaghi, che si fa riprendere travestito da Pirata per uno spot pubblicitario.

Non solo grandi imprese, ma anche momenti bizzarri nella vita di un eroe sportivo. Nella sezione Il punto di vista sono presenti approfondimenti su temi sportivi di stretta attualità. In Storie di calcio viene descritta la biografia di alcuni campioni, tra i quali il quinto beatle George Best, il kaiser Franz Beckenbauer e la Pantera Nera Eusebio.

Grande spazio agli altri sport, con, tra gli altri, il racconto sull’Airone Fausto Coppi. Nelle Interviste mai viste possiamo rivivere le grandi imprese del passato attraverso commenti dei protagonisti. Con Sport Review, rivivi tutto lo sport.