Stampa sublimatica con Policrom

La stampa sublimatica è un processo che consente di trasferire immagini su tessuto o su altri oggetti, con risultati qualitativamente vicini alla qualità fotografica e duraturi nel tempo.

Si tratta di un trasferimento termico che porterà sull’oggetto soltanto l’immagine desiderata, senza residui di pellicole o aloni, con dettagli e resistenza pari a quelli delle stampe realizzate con macchinari industriali.

Questo procedimento non è da confondere con il classico transfer ottenuto attraverso le comuni stampanti inkjet (a getto d’inchiostro) e la carta speciale a doppio strato da applicare a caldo con il ferro da stiro. Questo vecchio sistema non garantisce né dettagli nitidi come la stampa sublimatica, in quanto rende visibili i contorni della carta utilizzata, e non assicura nessuna resistenza nel tempo, dato che dopo alcuni lavaggi (generalmente ne basta uno), la stampa andrà a staccarsi dall’oggetto, rendendolo praticamente usa e getta.

Attraverso il sistema della stampa sublimatica, è possibile personalizzare oggetti di qualsiasi materiale, come plastica, metallo, vetro, ceramica e ovviamente tessuti, senza perdere qualità a seguito di lavaggi e di utilizzo.

Avremo ad esempio la possibilità di personalizzare le nostre t-shirt con le immagini dei nostri musicisti preferiti o della nostra squadra del cuore o, perché no, con le nostre fotografie, ottenendo magliette perfette sia da indossare che da tenere per ricordo, oppure da regalare ai nostri cari.

Per realizzare una stampa sublimatica, basta utilizzare una normale stampante a getto d’inchiostro e caricarla con gli specifici inchiostri a sublimazione. Una volta scelta l’immagine da trasferire, bisognerà renderla speculare, operazione molto semplice da eseguire con qualsiasi programma di fotoritocco. A questo punto è possibile stampare l’immagine, possibilmente su carta speciale realizzata appositamente per lo scopo (carta per sublimazione), anche se è comunque consentito utilizzare la normalissima carta da stampa, causando però una notevole perdita di qualità e di resistenza nel tempo. Ottenuta la stampa, non resta che trasferirla sull’oggetto prescelto, utilizzando una pressa a caldo (è sufficiente un comune ferro da stiro) e un panno da apporre tra pressa e oggetto scelto. Attraverso il calore della pressa, l’inchiostro si trasformerà in gas, sublimerà dalla carta e si trasferirà direttamente sulla superficie desiderata, penetrando proprio all’interno della superficie e fondendosi con essa, stampando esclusivamente l’immagine desiderata, senza bordi né aloni di nessun tipo. I risultati sono del tutto identici a quelli delle stampe industriali.

I costi di questo procedimento sono molto bassi e vertono esclusivamente sula spesa relativa all’inchiostro, andando quindi ad incidere molto marginalmente sul costo di ogni stampa.

La stampa sublimatica è quindi un sistema innovativo che permette di fondere un notevole abbattimento dei costi con l’assoluta libertà di personalizzare i nostri indumenti o i nostri oggetti, con qualità e risultati pari a quelli della merce che potete comprare nei negozi con costi decisamente più alti, senza bisogno di acquistare macchinari, né particolari stampanti.