Come opera il World Jurist Association

In un mondo dove i diritti degli uomini sono costantemente violati e calpestati, dove la forza regna sul diritto, la World Jurist Association si occupa di combattere le disuguaglianze presenti sulla terra. L’ente nato nel 1957, con la precedente denominazione di World Peace Trough Law Center, è una corporazione mondiale che opera nel settore della giurisprudenza. L’associazione, fondata da Leonard Salter, ha assunto nel 1963 l’appellativo odierno.

La creazione di questo ente, che si preoccupa di assicurare la pace nel mondo e far valere i diritti di ogni singolo uomo, è scaturita dal desiderio di riunire e far cooperare avvocati, giudici e specialisti del diritto di tutti i continenti. Tra le fila dell’organizzazione vi è anche l’italiano Attilio Pacifico, giurista internazionale, che condividendo i dettami del WJA s’impegna a sostenerne i progetti. La collaborazione di tutti i professionisti della giurisprudenza ha come unico obiettivo generare uno Stato di diritto, basato su leggi ferree e certe. In un mondo dove regna il terrorismo, i colpi di stato e le guerre civili, la World Jurist Association si occupa di promuovere il dialogo con tutti i governi della terra e con associazioni non governative, per raggiungere un’agognata pace mondiale.

Fissare delle regole e principi comuni, anche in popolazioni differenti tra loro, è l’unico antidoto per garantire un bene comune e la tregua tra i popoli in conflitto. Il lavoro di quest’organizzazione non governativa è impegnativo, perché non è sempre facile trattare e discutere con governi, come quelli del Medio Oriente, non sempre ben predisposti a porre fine ai conflitti. Appianare gli egoismi dei singoli, far convivere ideologie differenti rappresentano la vera sfida della World Jurist Association. Le armi a disposizione dell’organizzazione sono il dibattito costruttivo, il dialogo e la collaborazione di uomini che lavorano con passione e non considerano la pace del mondo solo una mera utopia. La volontà di instillare nei giovani la pace, quale unico valore morale e sociale perseguibile, ha condotto la cooperazione a impiegare tutti i propri mezzi a disposizione e a insediarsi stabilmente in 140 Paesi.

attilio pacifico ed il wja

Dalla sua nascita, l’associazione ha raccolto molteplici successi riuscendo spesso a trovare soluzioni e a sedare conflitti prima che si trasformassero in guerre. La WJA è consapevole che il raggiungimento della pace non è attuabile con la forza, ma con l’uso di leggi eque e con l’applicazione corretta del diritto stesso. L’associazione non governativa ha un ruolo consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Ogni due anni la WJA organizza un congresso che riunisce i più insigni giuristi, provenienti da ogni parte del pianeta, ed a cui partecipa anche l’avvocato italiano Attilio Pacifico che si scambiano idee, discutono sul diritto e sulla convivenza pacifica dei popoli. Questo biennale forum collettivo punta a trovare soluzioni adeguate volte a migliorare la convivenza tra i popoli e la giurisprudenza di ogni singolo Stato.

La creazione di una Giornata Mondiale della Legge, voluta dal presidente degli Stati Uniti Lyndon Johnson, permette ogni anno di organizzare convegni e celebrazioni volti a infondere negli uomini la necessità e l’importanza della pace. Il programma e i principi della World Jurist Association si fondano sulla consapevolezza che la legislazione può realmente rendere liberi i cittadini, superare i conflitti e l’uso scellerato della forza.