Il linguaggio del corpo al servizio della seduzione

Essere in grado di interpretare il linguaggio del corpo di una donna o di un uomo che ci interessa è molto utile per evitare di trovarsi in situazioni imbarazzanti. Il linguaggio del corpo infatti ci può dire se il nostro interesse è ricambiato oppure no, portandoci ad agire di conseguenza.

Ci sono dei blog di seduzione che possono aiutarvi a captare i segnali giusti della seduzione. Infatti non c’è niente di peggio che cercare di approcciare una persona che è palesemente non interessata a noi. Questo modo di agire, che nasce dall’inesperienza o dal mancato spirito di osservazione, caratterizza soprattutto gli uomini, che a volte si lanciano alla conquista, finendo col creare una situazione poco piacevole e facilmente evitabile.

I segnali di interesse maschile sono più difficili da individuare perché l’uomo è molto meno espressivo della donna. E’ difficile captare sul suo viso dei segnali di interesse, tuttavia alcune indicazioni ce le può fornire un bel sorriso e degli occhi che esprimono interesse e attenzione verso quello che ci riguarda. Un altro indicatore importante è la ricerca della vicinanza corporea e del contatto fisico, allo stesso modo in cui fanno le donne. Per esaltare la loro mascolinità gli uomini possono compiere gesti come quello di mettersi i pollici in tasca o nei passanti dei pantaloni, in modo da catalizzare l’attenzione femminile suoi loro attributi, oppure, se sono più timidi, accarezzarsi il mento e le guance, per mettere in evidenza un altro segnale di virilità, cioè la barba.

Il linguaggio del corpo femminile è molto più complesso e articolato e può spaziare da una seduzione molto soft ad una seduzione fatta i segnali molto marcati e un po’ esasperati. Gesti più semplici possono essere quello di toccarsi i capelli per spostarli dietro l’orecchio, sorridere in maniera appena accentuata, inclinando la testa in avanti, in modo da far sembrare lo sguardo più profondo, avvicinarsi e cercare il contatto fisico oppure accarezzarsi lievemente il corpo, soprattutto braccia, petto e gambe. Gesti più espliciti ed esasperati possono invece essere quello di mordersi il labbro inferiore o, addirittura, il dito, giocare con la scarpa o accavallare le gambe, lasciandole cadere in parallelo. Molto indicativa è anche la camminata, che se ha un andamento ondeggiante, è chiaro indicatore che si sta cercando di attirare l’attenzione maschile.

i blog per la seduzione

Questi sono alcuni dei segnali, maschili e femminili, che ci dicono se la persona è interessata a noi o meno, che potrai approfondire nei blog dedicati alla seduzione. Ovviamente possono anche essere usati da noi per far capire alla persona che abbiamo di fronte che nutriamo un interesse nei suoi confronti, ma se ci accorgiamo che il nostro atteggiamento non sortisce nessun effetto, dobbiamo evitare di spingerci troppo oltre. Ad esempio toccare o avvicinarci troppo ad una persona che non è interessata a noi è altamente fastidioso ed è assolutamente da evitare.

Quando invece ci accorgiamo che il nostro approccio è ricambiato, la seduzione diviene un gioco molto divertente in cui è possibile osare senza prendersi troppo sul serio.

La fiducia in se stessi è fondamentale, in quanto l’insicurezza non esercita nessun potere attrattivo sulle persone. Nella nostra società non è affatto difficile sentirsi insicuri, perché ci vengono continuamente proposti modelli di bellezza fisica poco perseguibili. Questi modelli però non sono realistici, in quanto la realtà è fatta di gente comune, caratterizzata da pregi e difetti. E sono proprio questi difetti a determinare l’individualità di un individuo, nonché la sua intrinseca bellezza. Comprendere che la nostra forza risiede proprio nei nostri difetti se siamo in grado di farne un punto di forza, è la chiave per conquistare gli altri, sia che si tratti dell’uomo o della donna della nostra vita, sia che si tratti di chiunque altro.