Tutte le informazioni sugli ammortizzatori per moto

Chi ama il mondo della moto sa bene che possederne una significa anche garantire la propria sicurezza sempre anche in base alle scelte dei pezzi meccanici con cui è assemblata.

Importanti a questo scopo sono proprio gli ammortizzatori. Come sceglierli? Quali sistemare sulla proprio moto? Cosa sono? Cerchiamo allora di chiarire maglio il tutto.

SCOPO DEGLI AMMORTIZZATORI SULLE MOTO

Sono fondamentali per ogni tipo di veicolo perché gli ammortizzatori donano l’equilibrio necessario allo stesso per smorzare le oscillazioni o rallentare un determinato movimento.

È per questo, quindi, che soprattutto per i veicoli con le ruote e specie nelle motociclette, hanno una funzione importantissima per far sì che conducente e passeggero non ricevano colpi troppo bruschi in caso, ad esempio, di un asfalto o terreno accidentato aumentando invece il comfort e la sicurezza per entrambi.

Naturalmente, dipende anche dal tipo di moto, dalla potenza e dal genere di percorso che generalmente effettua perché gli ammortizzatori per una moto da cross saranno sicuramente diversi da quelli ideali per una moto del reacing o dell’off road.

AMMORTIZZATORI DI QUALITÀ

L’importanza degli ammortizzatori è sottolineata dalla scelta che deve essere di prima qualità. Ciò significa che bisogna assicurarsi che gli stessi siano progettati e testati all’interno dell’azienda produttrice prima che vengano messi in vendita al dettaglio o all’ingrosso.

Attualmente gli ammortizzatori vengono realizzati con l’aiuto di software importanti che permettono di riprodurre ogni tipo di situazione optando per la scelta dei migliori materiali con cui costruirli.

GRANDI MARCHI AMMORTIZZATORI

Fortunatamente esistono aziende i cui marchi figurano da anni nel settore della produzione meccanica per le moto.

La scelta è veramente molto ampia e ci si assicura in questo modo, di avere garanzie sia in fatto di produzione, sia di installazione che di manutenzione e resistenza successiva degli ammortizzatori sulla proprio moto.

I modelli sono tanti e soddisfano ogni tipo di esigenza variando così da ammortizzatori a gas a quelli idraulici che sono regolabili e prevedono anche la possibilità di acquistare dei prodotti per la manutenzione come, ad esempio, l’olio per le forcelle.

Ciò non significa che si debbano escludere eventuali marche concorrenti o comunque meno note perché tante volte non si incorre nemmeno in risparmi trovando dei pezzi di ricambio di concorrenza che, avendo maggiore domanda di acquisto, offrono un prezzo altrettanto maggiore.

Di certo, però, è da specificare che in questo campo, mirare al risparmio non sempre è consigliato in quanto gli ammortizzatori devono assicurare la loro funzione grazie alla qualità dei materiali e, si sa, l’alta qualità si paga.

AMMORTIZZATORI RIGENERATI

Una delle opzioni a cui si può ricorrere è anche la rigenerazione del vecchio ammortizzatore.

Questa pratica però può far incorrere in rischi perché la buona riuscita di una rigenerazione si ottiene solo grazie alla qualità dei materiali con cui è stato realizzato l’ammortizzatore di base. Se la base è quindi forte e di buona qualità, una rigenerazione iniziale può anche risolvere il problema. Se però la base non c’è, la rigenerazione non è sempre consigliata né riuscita.

Per questo stesso motivo, quindi, si consiglia di rivolgersi a marchi noti o meno noti, purché assicurino una garanzia nel tempo anche se questa inciderà sul prezzo finale dell’ammortizzatore trovandolo forse un po’ più caro.

Quando si effettua la scelta, infatti, è bene assicurarsi dell’esistenza di una garanzia che protegga da eventuali malfunzionamenti per evitare di incorrere in problemi che potrebbero risultare insolubili nonostante la vita breve dell’ammortizzatore stesso.