Stampa sublimatica con Policrom

La stampa sublimatica è un processo che consente di trasferire immagini su tessuto o su altri oggetti, con risultati qualitativamente vicini alla qualità fotografica e duraturi nel tempo.

Si tratta di un trasferimento termico che porterà sull’oggetto soltanto l’immagine desiderata, senza residui di pellicole o aloni, con dettagli e resistenza pari a quelli delle stampe realizzate con macchinari industriali.

Questo procedimento non è da confondere con il classico transfer ottenuto attraverso le comuni stampanti inkjet (a getto d’inchiostro) e la carta speciale a doppio strato da applicare a caldo con il ferro da stiro. Questo vecchio sistema non garantisce né dettagli nitidi come la stampa sublimatica, in quanto rende visibili i contorni della carta utilizzata, e non assicura nessuna resistenza nel tempo, dato che dopo alcuni lavaggi (generalmente ne basta uno), la stampa andrà a staccarsi dall’oggetto, rendendolo praticamente usa e getta.

Attraverso il sistema della stampa sublimatica, è possibile personalizzare oggetti di qualsiasi materiale, come plastica, metallo, vetro, ceramica e ovviamente tessuti, senza perdere qualità a seguito di lavaggi e di utilizzo.

Avremo ad esempio la possibilità di personalizzare le nostre t-shirt con le immagini dei nostri musicisti preferiti o della nostra squadra del cuore o, perché no, con le nostre fotografie, ottenendo magliette perfette sia da indossare che da tenere per ricordo, oppure da regalare ai nostri cari.

Per realizzare una stampa sublimatica, basta utilizzare una normale stampante a getto d’inchiostro e caricarla con gli specifici inchiostri a sublimazione. Una volta scelta l’immagine da trasferire, bisognerà renderla speculare, operazione molto semplice da eseguire con qualsiasi programma di fotoritocco. A questo punto è possibile stampare l’immagine, possibilmente su carta speciale realizzata appositamente per lo scopo (carta per sublimazione), anche se è comunque consentito utilizzare la normalissima carta da stampa, causando però una notevole perdita di qualità e di resistenza nel tempo. Ottenuta la stampa, non resta che trasferirla sull’oggetto prescelto, utilizzando una pressa a caldo (è sufficiente un comune ferro da stiro) e un panno da apporre tra pressa e oggetto scelto. Attraverso il calore della pressa, l’inchiostro si trasformerà in gas, sublimerà dalla carta e si trasferirà direttamente sulla superficie desiderata, penetrando proprio all’interno della superficie e fondendosi con essa, stampando esclusivamente l’immagine desiderata, senza bordi né aloni di nessun tipo. I risultati sono del tutto identici a quelli delle stampe industriali.

I costi di questo procedimento sono molto bassi e vertono esclusivamente sula spesa relativa all’inchiostro, andando quindi ad incidere molto marginalmente sul costo di ogni stampa.

La stampa sublimatica è quindi un sistema innovativo che permette di fondere un notevole abbattimento dei costi con l’assoluta libertà di personalizzare i nostri indumenti o i nostri oggetti, con qualità e risultati pari a quelli della merce che potete comprare nei negozi con costi decisamente più alti, senza bisogno di acquistare macchinari, né particolari stampanti.

Realizzazione di spot promozionali, aziendali e commerciali

Spesso le persone non hanno l’abitudine di leggere molto, soprattutto quando si parla di volantini pubblicitari e materiale di questo tipo, mentre viene fortemente catturata dalle immagini che possono trasmettere messaggi promozionali ben precisi.

I video e gli spot aziendali che passano alla tv, su internet e negli altri mezzi di comunicazione, attirano sempre l’attenzione del pubblico che ne rimane affascinato e piacevolmente rapito.

Per la realizzazione di spot commerciali aziendali ad esempio, si pensa bene al video da creare stilando quindi prima un’idea ben precisa di cosa si vuole andare a produrre e solo dopo passare alla realizzazione delle riprese per lo spot aziendale.

La location ha un’importanza fondamentale perché sarà lo scenario dello spot e dovrà garantire comfort durante le riprese, ma soprattutto dovrà accostarsi bene al messaggio dello spot commerciale per non essere fuori tema e colpire chi lo guarda.

Lumes Producition si occupa proprio della realizzazione di spot aziendali a Roma. Rivolge il suo lavoro e la sua produzione e creazione ad un vasto pubblico di impresari che pensano e vogliono vendere e farsi pubblicità attraverso la creazione di spot commerciali e aziendali.

Volge il suo sguardo sia verso le piccole imprese con budget più ridotti ma che vogliono comunque ottenere un prodotto di qualità che possa garantirgli una buona visibilità e pubblicità, sia a quelle aziende più grandi con un budget più elevato che hanno idee chiare sul progetto video da realizzare.

Per la realizzazione di spot aziendali si pensa prima a buttare giù l’idea per la creazione del video, in base all’investimento del cliente si pensa a come realizzarlo e poterlo creare e solo dopo si passa alla sua realizzazione attraverso le riprese nella location scelta dal cliente.

Una volta effettuate le riprese lo staff penserà a scegliere le migliori scene per inserirle nel video e al montaggio, solo come bozza, per mostrarlo al cliente.

Se il cliente accorda con l’esito del video, lo stesso verrà definitivamente montato, altrimenti verranno effettuate le modifiche richieste e solo dopo montato e consegnato sotto forma di dvd in formato FullHD.

Grazie alla creazione degli spot aziendali molte imprese sono riuscite a farsi conoscere ed incrementare le loro vendite attraverso la visibilità ottenuta.

Se anche tu vuoi ricevere maggiore notorietà e non sai a chi rivolgerti per la realizzazione di spot aziendali, Lumes Production è la risposta.

Il punto della situazione sul Wimax in Italia

Quando si parla di Wimax si fa riferimento a un insieme di protocolli che, grazie a delle tecniche all’avanguardia, consentono di trasferire dei dati via radio. La differenza rispetto al sistema WiFi è abissale, dal momento che è strutturato per un uso locale, limitato a poche centinaia di metri, e che si lascia interrompere da ogni minimo ostacolo. Tutti questi limiti invece non appartengono a Wimax, strutturato per superare ogni impedimento e, grazie a una sola antenna, raggiungere ben 50 km. In pratica il suo utilizzo non è locale, bensì geografico. La banda che sarà offerta arriverà a toccare i 74 Mbps e, stando alle previsione degli esperti del settore, in pochi anni dovrebbe riuscire a sostituire del tutto le varie tipologie di accesso alla rete tramite cavo e senza fili.

In Italia l’assegnazione delle frequenze radio per Wimax è avvenuta attraverso un’asta pubblica. In questo modo i fornitori potranno fornire tale servizio ai propri clienti dietro pagamento al Ministero delle Telecomunicazioni. Tale diritto sarà concesso per una durata massima di 10 anni, rinnovabili.

Una volta effettuata l’asta l’intero stivale è stato suddiviso, virtualmente, tra i vari operatori operanti sul territorio. La maggior parte dell’Italia è stata coperta dall’Aria S.p.a. (vedi i dettagli del servizio Aria Wimax e questa Wimax recensione per approfondimenti), Linkem S.p.a. e Telecom risultano operanti nel centro Sud, mentre le regioni del nord vedono attiva anche Retelit. Gli utenti della Sicilia, almeno per il momento, non hanno alternative alla Mandarin, che rappresenta l’unico operatore attivo nell’isola, che propone Wimax già da due anni, con un netto anticipo rispetto alla concorrenza.

Tale tecnologia dovrebbe essere in grado di annullare del tutto il digital divide, che da anni ormai attanaglia l’Italia. Non mancano però alcune polemiche intorno a tale argomento. Le licenze sono state assegnate nel 2008 ma di recente si è alzato un gran polverone intorno la questione del rinnovo delle concessioni inerenti le frequenze. Lo scopo di tale dibattito è quello di offrire la possibilità a tutti gli operatori di mettersi in regola, soprattutto sotto l’aspetto tecnologico. Dal punto di vista delle aziende però il problema è rappresentato dalle spese, che dovranno essere del tutto sostenute da queste, senza alcun supporto statale.

A ciò si aggiunge il fatto che la famiglia Gheddafi pare essere proprietaria di parte delle quote del gruppo Retelit, ma soprattutto le frequenze su cui Wimax dovrebbe operare sono di proprietà del Ministero della Difesa. Queste dunque sono destinate a un uso esclusivamente militare. Sarà poi difficile superare anche la diffidenza dei vari operatori mobili, spaventati dall’idea che Wimax possa operare nel loro ambito.

Come si fa per pagare WhatsApp?

Quei furbacchioni dei fondatori di WhatsApp hanno pensato bene di fornire un’applicazione che consentiva a chi la scaricava di scambiare in modo del tutto gratuito sms (e non solo) dal cellulate verso tutti gli amici che, come loro, possedevano l’applicazione. Questo ha portato a un grande successo di pubblico di questo sistema di messaggistica, tanto che quest’anno sono stati toccati quasi trenta miliardi di messaggi al giorno. In realtà la gratuità non era proprio totale: dopo un anno di utilizzo era previsto (forse tra le pieghe delle avvertenze) che il servizio sarebbe diventato a pagamento, di una cifra irrisoria, ma pur sempre a pagamento, con qualche differenza tra le varie piattaforme compatibili con WhatsApp. In particolare, qui vedremo come fare per pagare WhatsApp per Android.

In effetti, la seccatura non è tanto la cifra da pagare, veramente ridotta, quanto la “fatica” di pagarla. Si parla, infatti, di 0,89 euro all’anno, che diventano soli 2.40 euro se si paga il servizio per tre anni in un colpo solo, ottenendo così uno sconto del 10%, oppure 3.34 euro se si paga per tre cinque anni. In quest’ultimo caso lo sconto è del 25%.

Dal menu di WhatsApp, si cerca l’icona delle impostazioni e si clicca. Dal menu delle impostazioni si sceglie “account” e quindi “info pagamento”.

Il menu relativo alle informazioni sul pagamento è molto chiaro. Oltre alla scadenza dell’attuale abbonamento (o del periodo gratuito), sono chiaramente indicate le alternative possibili dei periodi per i quali si vuole rinnovare l’abbonamento (1, 3 o 5 anni) e, sotto, alcune modalità di pagamento: Google Wallet, PayPal o tramite “invio URL per il pagamento”.

Se avete un account PayPal, la scelta di questa modalità cliccando il campo relativo, v’indirizzerà al sito PayPal e, digitando la password, vi sarà addebitato il costo dell’abbonamento scelto.

Se invece siete registrati su Google Wallet, cui fanno riferimento una o più carte di credito, cliccando sul campo relativo si aprirà il menù dal quale dovrete selezionare “Acquista”, il costo dell’abbonamento e infine le opzioni di pagamento. Qui, se avete più di una carta di credito di riferimento, potrete scegliere quella che preferite. In più, sempre nel menu di Google Wallet, se utilizzate Vodafone o Wind potete pagare scalando il costo dell’abbonamento dal credito telefonico residuo, cliccando il campo “Attiva la fatturazione Wind” (ovviamente nel caso di Wind).

La terza modalità prevista, quella attivata cliccando su “invio URL per il pagamento”, prevede che voi spediate il vostro indirizzo di e-mail, dove vi sarà recapitato il link con il quale pagare l’abbonamento direttamente con la vostra carta di credito, digitando il suo numero, comodamente, tramite un PC.

Sarà meglio fare l’abbonamento a 1, 3 o 5 anni? Mah, visto quanto velocemente cambia il panorama della telefonia cellulate, non prevederei scadenze molto lunghe: il risparmio di pochi centesimi grazie allo sconto previsto potrebbe essere vanificato da prossime, ancora più convenienti, applicazioni.

Fonte: http://www.androidplaya.com/guide/pagare-whatsapp-26183

Messaggi da internet: risparmio di qualità

Puoi risparmiare in modo intelligente ed efficace grazie ad i messaggi da internet.

Il servizio di Sms store ti consente di inviare in modo massivo sms a tanti contatti contemporaneamente ed in modo semplice e veloce.

Al contrario di tutti gli altri servizi offre un’alta qualità unita ad una politica di prezzi concorrenziale, che ti permetterà di avere la giusta convenienza ed un servizio affidabile.

Il sistema utilizza esclusivamente connessioni dirette per inviare messaggi da internet ed inoltre si avvale di operatori telefonici nazionali, tutto ciò comporta un elevato standard qualitativo.

Il servizio dispone di pacchetti di sms di mole diversa, da poche centinaia fino a 50.000 messaggi.

L’utilizzo di grandi quantitativi di sms è consigliabile in quelle situazioni in cui si rende necessario sponsorizzare tramite la messaggistica offerte promozionali ed eventi che riguardano un esercizio commerciale.

Gli altri pacchetti di dimensioni modeste possono essere comodi per gestire le relazioni sociali e personali e quindi organizzare appuntamenti, feste, incontri.

Può essere utile anche per comunicare in modo immediato ed efficace con il proprio staff lavorativo per messaggi urgenti ed indirizzati a più contatti.

Sms store ti permette di inviare messaggi da internet in pochi passaggi e con una comodità che semplifica notevolmente le procedure.

In pochi istanti potrai effettuare la tua registrazione nel sito, necessaria per usufruire del servizio, ed accedere al pannello da cui si inviano gli sms.

Il pacchetto prescelto può essere pagato con bonifico bancario, o ancora attraverso il sistema Pay pal.

Il servizio vicino al cliente sa interpretare i suoi dubbi e le esigenze e per questo ha predisposto una prova gratuita.

Potrai inviare 3 messaggi di prova da internet ed accertarti così della funzionalità e validità del sistema.

Tramite pc e connessione internet e grazie ad i prezzi convenienti potrai inviare in modo veloce ed efficiente tanti messaggi da internet a diversi contatti, ottimizzare il tuo tempo e denaro, ed essere finalmente soddisfatto delle tue comunicazioni!